ALEX GERONAZZO "Lo speaker for passion"

" Ho voglia di dare voce al vento dello sport "

martedì 7 novembre 2017

GRAN-RAID-PrealpiTrevigiane 2018

"Nella storia dell'ultra trail italiano , nelle prime pagine..."

GRAN RAID PREALPI TREVIGIANE Dopo il successo delle edizioni precedenti, anche nel 2018 torna una delle più spettacolari ed impegnative competizioni di trail ed ultratrail, il Gran Raid delle Prealpi Trevigiane. 





 20 MAGGIO 2018

Sito Internet : http://www.gruppoprealpivenete.it/it

Iscrizioni:https://www.facebook.com/granraiddelleprealpitrevigiane/photos/a.1467238240158254.1073741828.1467220983493313/1972968716251868/?type=3&

Pagina Facebook : https://www.facebook.com/granraiddelleprealpitrevigiane/

Percorso Ultra : Gran Raid 72km 4600D+
Percorso Trail : La Mezza del Visentin 25 km 1700 D+
Staffetta : 39km 2600D+ / 33km 2000D+

Video ufficiale :
https://www.facebook.com/granraiddelleprealpitrevigiane/videos/1969853549896718/
Regolamento:
http://www.gruppoprealpivenete.it/it/gare/gran-raid-delle-prealpi-trevigiane-lunga/percorso.php

Cronometraggi :---

Speakering : Alexander Geronazzo
Amplificazione : Audio Run
Moreno P


ARGOsportBOX 

martedì 31 ottobre 2017

Trail del Gevero 2017 . I TOP

Trail del Gevero 2017 

Fulvio Dapit e Cristiana Follador guidano il gruppo dei favoriti .


Alla vigilia dell'edizione 2017 a Cison di Valmarino , sulla distanza regina dei 46 km , sono veramente molti i nomi da segnalare , con i favori del pronostico e degni di citazione per motivi di evidente blasone .

Fulvio Dapit , atleta bolzanino di Vipiteno, tra i piu' titolati italiani delle corse off road dislivellate , sarà ai nastri di partenza , rivestendo un ruolo di favorito, che certamente dovrà difendere da molteplici attacchi.
Partiamo da uno che forse non sarà in classifica tra i primissimi, ma è certo un personaggio epico, uno di quelli che se l'Odissea fosse ancora da scrivere, come minimo sarebbe a fianco di Ulisse a sbeffeggiare Polifemo. E' il Re Daniele Cesconetto, uomo capace di 62 maratone in 62 giorni, sul tapis roulant, record da world guinness.
Ivan Geronazzo non ha bisogno di essere presentato, uno che ha vestito la maglia azzurra e che in questo periodo sta bene e che può diventare aspro come un pompelmo acerbo per ogni avversario.
Fabio Granzotto , il bimbo di Comnemara , quando lo portarono prematuramente ad un mondiale, sta tornando con intelligente gradualità su livelli interessanti ed a fine stagione potrebbe anche tentare di sparare tutta la polvere che ha in corpo e fare un gran colpaccio.
Nicola Bassi , se in forma , è uno dei talenti pu' fulgidi del trail azzurro e può essere una buona alternativa. Un ciclone, anzi da quest'anno un Tornado!
Luciano Meneghel ha dalla sua un acume tattico di difficile emulazione, forse nemmeno Archimede Pitagorico sapeva far così bene i suoi calcoli. Uno su cui puntare ed andare sul sicuro. Ha i numeri !
Mirko Miotto è lì, sulla porta dell'azzurro, tra una performance da imprendibile e qualche sfortuna d'annata, ma come il buon Prosecco , col tempo sarà e già è in buona fase avanzata, un uomo dalle aspettative frizzanti e con la certezza di avere grinta e potenza.
Cristian Modena , il trentino di Mori, è un altro di quei cavalli di razza che hanno l'agonismo tatuato a pelle e non sarebbe impossibile vederlo trionfare su un traguardo in cui, sulla mezza distanza ha già messo il suo sigillo.
Enzo Romeri è lì, a studiare bene ogni avversario, cosciente di essere fortissimo in salita ed abilissimo anche sui terreni discendenti. L'atleta di Fai della Paganella è in buona forma e sicuramente può mirare il podio, se non anche di piu'.
Ivan Zufferli è uomo da distanze mega. Il poliziotto del Friuli Venezia Giulia, in carriera ha domato montagne e rocce , ma anche terreni di cui non si vedeva la fine, come il deserto dell'Oman.
Lo contraddistingue un fare da gladiatore ed una tenacia irripetibile.
In campo femminile l'azzurra Cristiana Follador torna dove già è stata capace di vincere. La graziosa valdobbiadenese ha ormai un palmares di grandissima levatura e si presenta con i favori del pronostico in un nugolo di contendenti che scalpitano.
La vicentina Alessandra Boifava , concreta e capace di costanti piazzamenti è un nome di assoluto rilievo. Non concede molti riferimenti alle avversarie ed è sempre sul pezzo.
Federica Iachelini arriva a Cison dopo la vittoria alla Stivo On The Rock , in uno stato di grazia assoluto che lo colloca assolutamente nell'Olimpo delle possibili vincitrici.
Patrizia Manchera è un'altra di quelle atlete, come Meneghel al maschile, pregna di acume tattico e saggezza che mescolate alla preparazione ed all'indubbia fisicità fanno sì che da lei ci si possa attendere davvero tanto.
Tina Sbrissa, la padovana, è ormai trasferita nelle distanze medio lunghe e da quando c'è, non ne sbaglia una. Ricordiamoci il suo nome sin da ora.
Elisabetta Mazzocco : sette podi in otto gare importanti nel 2017 , con la vittoria prestigiosa al Trail degli Eroi. Poco da agginguere. Il resto lo dirà lei, possiamo starne certi.
Martina Volpato...Vorremmo mica scordarla ? No di certo. E' presente e può ben figurare.
Idem Irene Zamboni.
E per la 21 ? Bastano questi nomi ? Nani, Barattin, Baldessari, Serafini, Dell'Osta...
E poi c'è ancora tempo.
Guardate i volantini e scegliete. Il tempo però passa in fretta!

sabato 7 ottobre 2017

CMP Trail Bassano - I favoriti !

CMP Trail 2017
8 OTTOBRE-Bassano del Grappa(VI)
43km 2106 D+ -- 16km624d+ 7km MINItrail

Nella cornice speciale di villa Angarano

Top Uomini
Folla per la vittoria!!!
CESCONETTO Daniele
Già nazionale medagliato negli anni 90 sulle distanze della 100km. Ha stabilito il guinnes dei primati sulla maratona in tapisroulant, con 
62 maratone in 62 giorni.

MENEGARDI Marco
Il bergamasco in questa stagione ha vinto l’Ultrabericus Trail ed ha conquistato l’argento alla celbre 100km di Seregno. Nella passata stagione, oltre al podio al CMP Trail, aveva conquistato la Soave Bolca.
MIORI Luca
Un’istituzione delle sky race, il trentino è passato stabilmente al trail. Arriva dal secondo posto alla SelvaregaTrail, in coppia con lo sci alpinista azzurro , Beccari.
Vincitore nel 2017 della Strafexpedition, mai in stagione è andato peggio di un quarto posto nei trail cui ha preso parte. Nel suo carniere storicfo anche il Trail del Gevero ed il Dolomiti di Brenta Trail .
MENEGHEL Luciano
Grande tattico, il professore vittoriese, tecnico della Scuola di Maratona di Vittorio Veneto, è detto “il metronomo” per la straordinaria capacità di condurre le gare con ritmi costanti e ben calcolati.
Raramente sbaglia gara ed è un sicuro piazzato che nei giorni di particolare grazia diventa avversario temibile per chiunque. Uomo dalla grande applombe è uno sportivo ed atleta esemplare. In stagione ha vinto il Sacret Forrest Trail e l’Antico Troi degli Sciamani.
ROMERI Enzo
Il trentino può essere la sorpresa della gara. In costante crescita tecnica è in cerca di una vittoria consacrante. In stagione a podio al BVG Trail, Cortina Trail, Grada Trentino Trail.
MIOTTO Mirko
Troi dei Cimbri ed Alpago ecotrail le sue vittorie stagionali, ma ormai di lui si parla come di un assoluto protagonista del trail azzurro. Giovane, serio e combattivo, non parte mai per fare la comparsa. Nessuna meraviglia se dovesse vincere proprio il valdobbiadenese.
PINTARELLI Gilles
Ottavo al campionato mondiale Long Distance di corsa in montagna, Gil è un atleta dal potenziale strabordante , di quelli che lasciano sempre un segno della propria presenza in gara.
Può essere capace anche di vincere per distacco ed il CMP Trail è, per l’azzurro, una nuova prova del nove per essere considerato fuoriclasse.7
DE PAOLI Mattia
Lo mettiamo nella lista dei favoriti perché Mattia è una forza della natura e in questa specialità potrebbe recitare , in futuro, un ruolo di primaria importanza. In un percorso non troppo impegnativo la sua velocità e l’atletismo evidente, potrebbero essergli ottimi alleati.
MOYA Erik
Lo spagnolo, secondo lo scorso anno è già idolo della folla bassanese e torna al CMP Trail per ben figurare nuovamente. Allora Vamos.
MASSARENTI  Paolo
Quest’anno terzo sull’Etna e sul Vesuvio in ambiti trail dal fascino particolare, Paolo è uno dei fari storici delle ultradistanze nazionali.

CMP Trail . Le donne al via! Un ricco partèrre a Bassano!!!
La campionessa mondiale di corsa in montagna LongDistance Silvia Rampazzo è la favorita.
Ma ecco alcuni nomi :
LONG Femminile :
Eleanor Jane Miklos (GBR) 1981
Vanta un 4° posto nel 2017 alla Isle of Man Mountain Ultra
Patricia Puklova (SVK) 
Atleta che vanta 2ore e 53 minuti sulla maratona stradale. Vincitrice del piu' importante circuito trail della Slovacchia.
Barbara Salis (ITA)
Nel 2017 ha vinto il Troi dei Cimbri
Nel 2016 è stata 3^ all’Antico Troi degli Sciamani e 2^ al Durona Trail
Sara Paganucci (ITA)
Nel 2016 terza all’Amorotto Trail
Francesca Scribani (ITA)
Nel 2017 ha vinto la TrailDolomitica Ecomarathon e nel 2016 il Trail dell’Orsa
Silvia Serafini (ITA)
Atleta già vice campionessa mondiale nelle ultra sky race.
Nel trail ed ultra trail ha un palmares ricchissimo , oltre ad aver vinto la prima edizione del CMP Trail,
tra il 2016 ed il 2017 ha ottenuto vittorie ne: Due Rocche Trail, Troi dei Cimbri, Trail dei Nebrodi, TrailDolomitica Ecomarathon, Sardinia Ultramartahon, Winter Trail Monte Peralba, Ronda Ghibellina, Cortina Trail, Dolomiti di Brenta Trail.

Silvia Rampazzo (ITA)
Campionessa del Mondo in carica , vittoriosa al Giir di Mont , nella corsa in montagna long distance.
Medaglia di Bronzo ai mondiali 2017 di Trail al SacredForestsTrail , dietro a due atlete francesi.
Atleta italiana ed Europea con una percentuale spaventosa di vittorie in rapporto alle gare partecipate.
Impossibile citare un elenco completo delle sue vittorie nei vari trail italiani ed internazionali.
Nel 2016 ha anche conquistato le series nazionali di sky race.
Alcune vittorie in veneto al Trail del Patriarca, trail del Gevero, Troi dei Cimbri, Ultra Trail Soave Bolca, 6 Ore Trail Villa di Maser, campionato italiano IUTA. :

Alessandra Boifava (ITA)
Nel suo curriculum la vittoria alla Trans d’Havet 2016 .
Nel 2017 ha vinto Elba Trail e Trail du Cro.

Chiara Bertino (ITA)
Atleta che in carriera ha vinto il Cenis Tour Trail in Francia nel 2015. Nel 2016 il Trail del Motty, ed il Trail Oasi Zegna. 2017 con importanti podi al Maremontana Trail ed al LagoMaggiore International Trail.
Arriva da un’ottimo quarto posto nel contesto dell’UltraTrail del Monte Bianco, dove ha partecipato alla TDS Sur le Traces des ducs de Savoie, dietro a due francesi ed una ungherese, sul tracciato di 119km

Cinzia Bertasa :

Di lei citiamo i dati attuali, poiché la sua carriera è davvero una enciclopedia di risultati importanti.
Già 5^ ai campionati del mondo 2011 a Connemara, migliore azzurra della spedizione britannica in carriera ha vinto un po’ ovunque. In questa stagione ha vinto il Trail dei Monti Pisane, lo Sciacche Trail, BVG Trail e Dolomiti di Brenta Trail, seconda al Tenerife Blu Ultratrail.

Elisabetta Mazzocco
Prima nel 2017 al Trail degli Eroi, seconda all’Antico Troi degli Sciamani, terza alla Corsa della bora, al Due Rocche Trail, Alpago Ecotrail e Dolomiti Extreme.


16km624d+Nomi importanti anche nella 16 KM che vedrà il via di Marco Olmo, Cristian Modena, Stefano Fantuz, Said Boudalia...

E poi la 7km per i giovani della YOUTH Trail ed il MINI TRAIL 

martedì 19 settembre 2017

Corso base e meditazione sportiva. Nordic Walking Meditation

NORDIC WALKING MEDITATION

Le basi della disciplina e la meditazione associata.




Per la prima volta in Veneto, Giovanni Bandini presenterà una tre giorni , in ritiro, in Valle di Schievenin, il suo Nordic Walking Meditation

Un corso base speciale, tenuto da Alexander Geronazzo , durante il quale ed attraverso lo stesso, i partecipanti impareranno a gestire il proprio corpo, mente e fisicità, attraverso la meditazione.

GIOVANNI BANDINI chi è? 

Giovanni Bandini

Da sempre svolge attività sportive in parte legate alla montagna.

Fa parte del gruppo “G.I.S.T.A.” per le attività Nazionali di Biathlon (1973/74)
Escursionista, amante della natura.
Tra le varie attività professionali Massofisioterapista, Massaggiatore Sportivo.
Ha competenze Naturopatiche e di Meditazione.
Consegue il Titolo Professionalizzante presso L’Università di Siena in “Tecnico di Posturometria”
Segue nel Set-up posturale molti atleti sciatori CDM / canoisti fondisti ecc.
Attualmente fa parte del “Team Gut” Lara Gut (Coppa del Mondo di Sci Alpino)
E’ Maestro di Nordic Walking



COSTO Di ISCRIZIONE : Euro 90 
Comprende : Pernotto presso struttura parrocchiale Centro Giovanile Col della Croce, in stanze divise tra uomini e donne ; servizi , utilizzo strutture ; colazioni ; corso base ; corso meditation.
Il vitto, sarà convenzionato presso ristorante locale alla quota di Euro 12 a pasto.I bastoncini da nordic walking , per chi non ne fosse provvisto, saranno forniti dall'organizzazione.
Le tecniche di base saranno affrontate secondo il sistema formativo ATT NW Methode.

La quota va versata ad Alexander Geronazzo entro il 30 settembre ( o ad oltranza secondo eventuali nuove disposizioni ), direttamente oppure facendo bonifico bancario ( Unicredit)CODICE IBAN : IT87L0200860990000102473772 , 
indicando come causale NORDIC WALKING MEDITATION .

La ricevuta del versamento e le richieste di iscrizione vanno inviate e formulate via e-mail a : alexandergeronazzo@virgilio.it 


( Le iscrizioni saranno chiuse al raggiungimento di 25 iscritti )

la quota di adesione sarà rimborsata del 30% in caso di mancata partecipazione.

giovedì 14 settembre 2017

LaSelvarega. Un trail bellunese rock-selvatico



La corsa a piedi competitiva a coppie, si svolgerà in ambiente naturale che passa attraverso sentieri, mulattiere e carrarecce delle Alpi Bellunesi all’interno del Parco Nazionale delle Dolomiti Bellunesi.
Il tracciato con partenza ed arrivo da Loc. Orsera si svolge per un primo tratto di circa 1500 metri lungo la strada Comunale della Val Canzoi, fino in Loc. La Guarda dove si svolta a sinistra e si iniziano i tratti su sentieri CAI n. 805, 801, 748, 811, ad una quota altimetrica compresa tra m 580 slm e m 1880 slm.
Il percorso è di 26 km con dislivello positivo e negativo di circa 1900 metri, con una pendenza massima in salita del 45% e in discesa del 38%.
www.laselvarega.it
È previsto un Gran Premio Sass de Mura presso il Passo Alvis a quota 1882 mslm. Sul percorso sono disposti 3 punti di ristoro e di cronometraggio.

INFO E ISCRIZIONI : www.laselvarega.it 




venerdì 25 agosto 2017

La 10^ TransPelmo

10^ TRANSPELMO
Palafavera ( Val di Zoldo BL )
3 SETTEMBRE 2017
18KM 1300D+

Le iscrizioni si chiuderanno alla mezzanotte del 28 agosto o comunque al raggiungimento di 700 iscritti, la quota massima che l’organizzazione ha fissato per garantire al meglio sicurezza e logistica. 
Ogni concorrente potrà beneficiare dei servizi dedicati il giorno della gara (dal parcheggio gratuito alla doccia, dai ristori al pasta party al biglietto della lotteria) e troverà un pacco gara importante: un borse sportivo dalla grande capienza griffato Transpelmo, uno strumento di grande praticità per chi fa sport. 


Per tutti i dettagli: www.transpelmo.com



La SKY SPEED SAN GIORGIO

SKY SPEED 
SAN GIORGIO
Coste di Maser
2 SETTEMBRE 2017 ore17


2KM 300D+

ISCRIZIONI : http://my1.raceresult.com/77861/registration?lang=it

INFO :
www.scarpebianche.it

FACEBOOK PAGE :
( Clikka l'immagine sulla barra laterale di destra in questo sito )


---------------------------------------------------------------------------------

Contattaci al 3405930051 - www.alexgeronazzo.it - alexandergeronazzo@virgilio.it
CONSULENZA GENERALE sui servizi per organizzare il tuo evento
AUDIO RUN - PRESENTAZIONE & SPEAKERING
CONSULENZA CRONOMETRAGGI
DISTRIBUZIONE VOLANTINI
BANNER PUBBLICITARI
RIPRESE VIDEO
WEBpromotion
SOCIALpromotion

giovedì 24 agosto 2017

SELFIEcontrol a Valdobbiadene

SELFIE CONTROL fa per TrE !!!!

Se sei un Runner e se Sei un Walker ...

Se Possiedi un Telefonino 
Se hai le mappe internet GOOGLE MAPS

Squadre da 3 a 5 partecipanti 




TRAIL DOLOMITICA 2017

Cinque Continenti e diciassette Nazioni a Padola di Comelico
E' l'ora della TRAIL DOLOMITICA

SABATO 26 AGOSTO 
42km 2150D+ ECOMARATHON
22km 1100D+ ECOTRAIL

Saranno presenti oltre alla nutrita rappresentanza italiana, con provenienze da nord a sud , tutti i Continenti del globo terrestre.
L'Africa con la rappresentanza Algerina.
L'Asia con la Cina al via.
L'America del Nord con gli Stati Uniti d'America
L'America del Sud con l'Argentina
L'Oceania con l'Australia.
L'Europa con Swezia, Germania, Polonia, Romania, Lituania, Regno Unito (UK), Moldavia, Belgio, Russia, Austria ed Andorra.
ECOMARATHON i nomi : 
Ivan Cudin è il nome a grandezza planetaria, già vincitore alla prima edizione. La sfida azzurra è portata dal forte sky racer, già pluri vincitore di numerosi trail ed ultratrail, Luca Miori. Torna per cercare di confermarsi "il metronomo" Luciano Meneghel, professore trevigiano di grande acume tattico. Il giovane Marco Tramet ,valdobbiadenese dal futuro dorato.Massimilano Uliana piu' volte a podio in trail importanti, rappresenta realmente una seria proposta per la vittoria. Il triestino Marco Venier , l'altro friulano Paolo Posocco . Dall'estero l'insidia polacca di "Zibi" Podolak, ma anche l'austriaco Ernst Fink e il russo classe '86 Evgeniy Kachaev.
In campo femminile Barbara Salis , vittoriosa al Troi dei Cimbri 2017 , porterà sulle spalle la responsabilità di essere ormai una donna da podio . Sulla sua strada l'altra "Barbara", Barbara Fico, già a podio in trail sotto i 60km. La pugliese di Barletta , Angela Gargano. Provabilmente la cortinese Francesca Scribani è la principale favorita dell'Ecomarathon . Irene Zambonialla partenza è sempre garanzia di piazzamento e chissà che sabato non possa piazzare la zampata della vita.

ECOTRAIL i nomi : 
Di grande complessità stilare un pronostico tra gli uomini, con un parterre piu' che discreto e molti stranieri dei quali si sa pochissimo. Iscritti gli algerini Benarab ed Hamza, lo svizzero Bannister, il tedesco Kip, il britannico David Barber, gli statunitensi Martin Knocx e Chris Eversman, gli altri tedeschi Schuh e Rausch, il belga Yves De Toffol. L'argentino Moriconi ed il romeno Boca, ma anche l'australiano Sharpe. Mentre tra le donne, suscita curiosità almeno un terzetto. Ovvero Sara Tomé, già capace di podi internazionali in salita e buona interprete delle corse anche off road. Provabilmente insidiata dalla Moldava Silvia Tiron, condensato di grazia ed atletismo, già capace di ben figurare in questa gara. Altra atleta già medagliata in eventi internazionali è la lituana Alionka Kornijenko, ormai italiana del Friuli Venezia Giulia , che offre sempre ottimi spunti sportivi di cui parlare. Tra le pieghe estere , la cinese che vive in Baviera , Wing Siu Ching , corre nelle fila sportiva dell'Università della Tecnica di Monaco. Dalla Svezia Asa Loven ; la svizzera Sophie Ryle, la statunitense Alida Van Almelo con la connazionale Melissa Konx e le polacche Podolak e Mackowiack.

domenica 13 agosto 2017

Cassol-Zanette mattatori al Giro de Andrelonc

PODENZOI (BL)
Cassol-Zanette mattatori al Giro de Andrelonc
Giovanna Ragazzo e Moreno Crestani, primi nella Dolomiti Sky Nordic
I giovani Iacopo Costantin e Lucia Arnoldo grandi protagonisti 

Sono Roberto Cassol e Patrizia Zanette i nomi d'oro del GIRO DE ANDRELONC 2017.
Cassol ha battuto sul traguardo il fratello Italo, aggiudicandosi anche il 10° Trofeo Franco Mezzavilla, relegando in gara al terzo posto il già azzurro Claudio Cassi.
Patrizia Zanette ha avuto ragione della zoldana Martina Brustolon e di Angela De Poi, a sua volta vincendo il Circuito Della Piave 2017.

Nel Nordic Walking , la prima edizione della Dolomiti Sky Nordic è stata vinta da Giovanna Ragazzo e Moreno Crestani .
La trevigiana è giunta sportivamente al primo posto davanti a Emanuela Zatta e Chiara Zanibellato, per un podio tutto targato Marca verde.
Il pontalpino Crestani ha invece avuto la meglio su Ernesto Mazzorana e Luigino Case .

Ottima partecipazione alla 4 km giovanile con 66 partenti, tra i quali il talentuosissimo Iacopo Costantin è stato autenticamente un lampo in corsa, mentre in campo femminile, la zoldana Lucia Arnoldo ha brillato di luce propria.

Un totale di 166 partenti quindi a Podenzoi, in un luogo fantastico, con un'accoglienza incredibile da parte degli organizzatori e della gente, per un paese in festa ed un servizio superbo, per una manifestazione che meriterà ancora amggiori successi ed un ritorno ai fasti degli anni '80 quando quì, si disputava il Trofeo Interregionale di Corsa in montagna.

CLASSIFICHE a cura di Dolomitiming , consultabili in :
https://www.webscorer.com/race?raceid=108861&lang=it

Servizio a cura di :

"Bacco maledetto". Il monologo

"Ciò che segue è qualcosa di breve, ma non troppo…di forte, quanto basta…di vero, questo sì. Dal palco la voce vi arrivi come la naturale conclusione di uno spettacolo, andato in scena e messo in musica,per raccontare un testo. Un tratto di vita vissuta un pezzo dell’Alex pensiero.Non sarò prolisso, voglio essere concreto. Questa serata è dedicata a Bacco, colui che per me è stato “Il maledetto”.Il significato c’è, non dubitate, non è finzione artistica.La realtà che mi ha attraversato la vita da capo a piedi ruota attorno ad un maledetto vizio. Badate, non son certo il tipo d’uomo che pontifica sapienza, non ne avrei le basi, non sono colui che insegna. Però, senza smentire il mio essere, non posso non raccontarvi qualcosa che è triste ed attuale e di per se non ha bisogno d’esser insegnato, si spiega da solo. Lo faccio perché non ho scritto per bearmi di me stesso ma tentando una via in più per rendermi utile. Bacco maledetto è il titolo ideale del pensiero che ho in mente questa sera. Io, orfano di due padri, traditi dallo stesso inganno, beffati da un nemico che si nasconde e vince la guerra di logoramento ai danni dell’essere umano. Penso a quei ragazzi, poco più che bambini, che sostano ore ed ore davanti a un bar. Passo e ripasso, passeggiando li studio. Sarebbe facile generalizzare,lo so bene che non tutti cadranno nel problema, ma qualcuno sì. Ho guardato l’alcolismo con gli occhi di un figlio, ne ho compreso gli effetti scrutandolo da uomo ed ora, quando il conto sembra chiuso e la partita persa, voglio continuare ad alzare lo sguardo e parlare. Parlarne…E’ importante! L’alcolismo è il tema che il titolo introduce con fare artistico.Capitemi! Salgo su questo palco per parlare ad una platea di quel che ho scritto.Per questo voglio spiegarmi bene. Non si compone un libro in versi se nella mente tutto fosse prosaico. Eccomi al dunque, tutto ciò che è scritto viene da dentro, è qualcosa di impresso con inchiostro indelebile nella mia storia di essere umano, condizionata da un vizio perfido,silente e malefico. Ma so bene che la mia è una storia comune, specie qui da noi. Chi di voi non conosce un alcolista? Chi non è al corrente di una storia di disagio famigliare dovuto a chi abusa dell’alcool? Se andassimo ad alzata di mano sarebbe una totalità di braccia conserte. In questi primi trent’anni io me ne sono voluto tenere distante. Ho fatto una scelta cui poche volte non ho mantenuto fede, Non bevo alcolici! Attenti, così è certamente troppo, ma vorrei che suonasse come un invito alla moderazioneper chi abusa e per chi distribuisce abuso.Attenti ragazzi!L’alcool può uccidere. Preso a piccole dosi è un piacevole compagno.È collante della compagnia.Occhio quindi,che il vostro volto non perda freschezza,che lo sguardo sia sempre lucido ed attento.In campanache la via della vita,se inondata d’alcool, può diventare scivolosa.In men che non si dica e senza dare tempo di reazione.Agli adulti che sanno ciò che fannovoglio dire soltanto di essere consapevoli,che la bevuta in compagnia e la sbronza sono cose ben diverse.Come diverse sono le reazioni connessealla troppa assunzione di questo elemento, tollerato e tollerabile fintanto che non assuma gli effetti di una qualsiasi droga.Io non parlo per sentito dire,ho visto e vissuto,penso di averne titolo.Dedico questa serata ai miei due papà,loro sanno se ho facoltà di parlare.Capiranno e spero saranno fieri,che a loro modo e senza forse capirlo hanno insegnato molto della vita a questo invisibile contemplatore."

Archivio blog

Il Nordic Walking

Il Nordic Walking
La camminata nordica !

In Facebook

Sono in facebook, cliccando : https://www.facebook.com/alexander.geronazzo